ASSOCIAZIONE ASTRONOMICA CORTINA

Cometa C/2020 F3 Neowise dal passo Giau (A. Masi).

Via Lattea dal lago di Limedes (G. Hofer).

Super Luna di aprile 2020 (G. Menardi).

Nebulosa della Carena (A. Dimai).

Star trail sulla Tofana di Rozes (G. Menardi).

Orione sorge dai Cadini di Misurina (A. Masi).

Star trail (G. Hofer).

Grande Nube di Magellano (A. Dimai).

Cometa C/2020 F3 Neowise sopra i Brentoni (G. Hofer).

Nebulosa di Orione ripresa dal Col Drusciè (A. Masi).

Arco galattico sulle Dolomiti (G. Menardi).

L’Associazione Astronomica Cortina nasce nel 1972 dall’entusiasmo di una ventina di soci fondatori, con lo scopo di costruire un osservatorio astronomico che permettesse di sfruttare al meglio la trasparenza e la purezza dell’aria, che fanno di Cortina una delle mete privilegiate del turismo mondiale.
 
L'Associazione Astronomica Cortina gestisce l'Osservatorio Astronomico del Col Drusciè, situato alla sommità dell’omonimo colle ai piedi del massiccio delle Tofane, che è dotato di un moderno telescopio Ritchey Chretien da 40 cm di diametro e il planetario A. Dimai, adiacente allo stadio del ghiaccio di Cortina. Osservatorio e planetario sono visitati annualmente da centinaia di appassionati, studenti e curiosi, i quali possono ammirare le meraviglie che il cielo offre da una postazione molto privilegiata.
 
I soci dell'Associazione, grazie anche alle possibilità offerte dalle nuove tecnologie, hanno scoperto 40 supernovae e un pianetino, chiamato “Cortina d’Ampezzo”.

 

Si avvisa che, in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020 "misure urgenti di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale", le attività di visite per il pubblico e le scuole all'osservatorio astronomico del Col Drusciè e al planetario A. Dimai sono sospese fino a nuove comunicazioni.

L'osservatorio è accessibile ai soci per svolgere attività individuale.