6 luglio 2008: scoperta SN2008ea in NGC7624 


 

E così il CROSS ha raggiunto quota 25 (nel numero di scoperte ufficiali). La scoperta della SN2008ea è sicuramente una delle più belle ed importanti, in quanto, per la prima volta, è stata eseguita con gli strumenti di un altro gruppo di astrofili, quelli dell’Associazione Astronomica “Isaak Newton” di Santa Maria a Monte. E’ stata una supernova fermamente voluta da tutto il CROSS, che nonostante le innumerevoli difficoltà e problemi che hanno afflitto per buona parte del 2008 l’Osservatorio del Col Drusciè, non ha mai “gettato la spugna” ed è sempre stato convinto che solo una collaborazione allargata, ormai, può dare risultati significativi. Le notti serene di fine giugno ed inizio luglio hanno permesso agli amici dell’Osservatorio di Tavolaia e a Paolo Corelli da Pagnacco, di riprendere un gran numero di galassie del catalogo del CROSS. Scelte con cura da Giulia Iafrate, laureata di fresco in astrofisica, le liste che di notte in notte facevano muovere i telescopi hanno finalmente portato all’agognata scoperta di questa stupenda supernova. La galassia ospite è una spirale di tipo SBc, situata nella costellazione del Pegaso ad una distanza di quasi 200 milioni di anni luce dalla Terra. Al momento dell’individuazione, la stella splendeva di magnitudine pari alla 17^ ed appariva praticamente sovrapposta ad una debole regione HII, segno che si tratta di una giovane supergigante, giunta al termine della propria esistenza, com'è stato confermato dallo spettro, ripreso il giorno 8 luglio dal Dipartimento di Fisica ed Astronomia dell'Università di Victoria. L'analisi spettrale mostra che la SN2008ea è di tipo II a plateau, individuata una settimana circa dopo il massimo di luce.
La conferma della scoperta è venuta da una fonte assolutamente prestigiosa, il centro di ricerca americano LOSS, guidato da W. Li e V. Filippenko, che hanno osservato la stessa stella un giorno e mezzo dopo il CROSS.
Onore al merito va a Giulia Iafrate e a Mauro Biagetti che hanno controllato le immagini di quella notte e a Fabio Martinelli, che con la sua tenacia ha permesso la ripresa, con sistema di puntamento ancora semi-manuale, di centinaia di galassie anche a notte fonda e all’alba.
Ma un plauso va rivolto a tutto il CROSS, che con grande entusiasmo e spirito di squadra ha saputo reagire ad un momento difficile della sua storia, ormai quasi decennale e non scoraggiarsi, ma anzi trovare nelle difficoltà lo stimolo per nuove sfide.
Per festeggiare degnamente questa prima scoperta in "condominio" tra i due gruppi, l'Associazione Astronomica Isaak Newton ha ripreso quest'immagine che non possiamo che definire "Molto BUONA"!

Discovery CROSS
6 luglio 2008
Mag. 17.0

Discovery LOSS
7 luglio 2008
Mag. 17.4

CROSS Image

9 agosto 2008
 

 

 

testo della CBET 1432 del 7/07/2008 (scoperta)    

Electronic Telegram No. 1432
Central Bureau for Astronomical Telegrams
INTERNATIONAL ASTRONOMICAL UNION
M.S. 18, Smithsonian Astrophysical Observatory, Cambridge, MA 02138, U.S.A.
IAUSUBS@CFA.HARVARD.EDU or FAX 617-495-7231 (subscriptions)
CBAT@CFA.HARVARD.EDU (science)
URL http://www.cfa.harvard.edu/iau/cbat.html
 
 
SUPERNOVA 2008ea IN NGC 7624
     A. Dimai, Cortina d'Ampezzo, Italy, on behalf of the CROSS program (cf.
IAUC 7373), reports the discovery of an apparent supernova (mag about 17.0)
by F. Martinelli and M. Biagietti, Santa Maria a Monte, Pisa, Italy; and G.
Iafrate, Cortina, Italy, on two unfiltered CCD images (limiting mag about
18.5) taken on July 6.07 UT with the 35.6-cm Schmidt-Cassegrain telescope
of the Tavolaia Observatory (Santa Maria a Monte, Pisa).  The new object is
located at R.A. = 23h20m22s.58, Decl. = +27o19'10".2 (equinox 2000.0), which
is 2" west and 15" north of the nucleus of the galaxy NGC 7624,
superimposed on a faint H II region that is visible on two red Palomar 
Sky Survey (POSS) plates. 
CROSS images of the same field taken on Jan. 21 showed nothing at
the position of 2008ea (limiting mag about 18.0), and 2008ea does not appear
on POSS infrared, red, and blue plates.  The discovery image of 2008ea is
posted at URL http://www.cortinastelle.it/cross/NGC7624-20080706.jpg.
     Further to CBET 1426, R. Mostardi, W. Li, and A. V. Filippenko,
University of California, report the independent LOSS discovery of 2008ea
at mag 17.5 on an unfiltered KAIT image taken on July 7.45, the position
end figures given as 22s.62, 11".0 (offset 0".9 west, 15".6 north of
the
galaxy center).  Nothing is visible at this position on a KAIT image
taken on June 21.44 (limiting mag 19.0).
 
 
NOTE: These 'Central Bureau Electronic Telegrams' are sometimes
      superseded by text appearing later in the printed IAU Circulars.
 
                         (C) Copyright 2008 CBAT
2008 July 7                      (CBET 1432)              Daniel W. E. Green

 testo della CBET 1434 del 8/07/2008 (spettro)  

Electronic Telegram No. 1434
Central Bureau for Astronomical Telegrams
INTERNATIONAL ASTRONOMICAL UNION
M.S. 18, Smithsonian Astrophysical Observatory, Cambridge, MA 02138, U.S.A.
IAUSUBS@CFA.HARVARD.EDU or FAX 617-495-7231 (subscriptions)
CBAT@CFA.HARVARD.EDU (science)
URL http://www.cfa.harvard.edu/iau/cbat.html


SUPERNOVAE 2008dw AND 2008ea
     E. Y. Hsiao, M. L. Graham, C. J. Pritchet, and D. Balam, Department of
Physics and Astronomy, University of Victoria, report that a spectrum (range
390-703 nm, resolution 0.3 nm) of 2008dw (cf. CBET 1426), obtained on July
8.32 UT with the 1.82-m Plaskett Telescope of the National Research Council
of Canada, shows it to be a type-II supernova several days past maximum
light.  Comparison with a library of supernovae spectra via the "superfit"
matching program of Howell et al. (2005, Ap.J. 634, 1190) indicates that
2008dw is most similar to the type-II supernova 1993W at four days past
maximum.  Adopting for UGC 8932 the NED recession velocity of 3728 km/s
(Schneider et al. 1992, Ap.J. Suppl. 81, 5S) an expansion velocity of 8500
km/s is derived from the minimum of the H_alpha absorption.
     A spectrogram of 2008ea (cf. CBET 1432), obtained as above on July 8.44
UT, shows it to be a type-II supernova around 1 week past maximum.  Cross-
correlation with a library of supernova spectra using the "Supernova
Identification" code (Blondin and Tonry 2007, Ap.J. 666, 1024) indicates that
2008ea is most similar to the type-II-plateau supernova 2006bp at 7 days past
maximum light.


NOTE: These 'Central Bureau Electronic Telegrams' are sometimes
      superseded by text appearing later in the printed IAU Circulars.

                         (C) Copyright 2008 CBAT
2008 July 8                      (CBET 1434)              Daniel W. E. Green

 

notizie sulla galassia ospite
spettro della SN2008ea
 

articolo "La Nazione" (9 luglio 2008)
articolo del Gazzettino (10 luglio 2008)
articolo del Corriere delle Alpi (10 luglio 2008)

articolo su La Stampa (14 luglio 2008)

Nuovo Orione
U.A.I. News

Le Stelle


 

Torna alla pagina delle Supernovae

Torna alla Home Page